CeneinRete: Punti (In)discussi

L’associazione Donne in rete di Foggia dà il via alla programmazione di uno spazio di confronto e dialogo tra donne e uomini della città di Foggia. Lo scenario della cena solidale, organizzata per finanziare le attività dell’Associazione, ha l’ambizione del confronto e l’apertura del dialogo.

CeneRete: Punti (In)discussi BOZZA LOCANDINA

L’associazione Donne in rete di Foggia dà il via alla programmazione di uno spazio di confronto e dialogo tra donne e uomini della città di Foggia. Lo scenario della cena solidale, organizzata per finanziare le attività dell’Associazione, ha l’ambizione del confronto e l’apertura del dialogo. La prima delle Ceneinrete ha avuto luogovenerdì 16 maggio presso l’agriturismo “Al Celone” in via San Severo, n. 111, a Foggia. L’evento apre una serie di appuntamenti chiamati Punti in-discussi, cioè riflessioni aperte su tematiche attuali. La serata di venerdì è stata dedicata al confronto sui temi più urgenti della città, ossia al coraggio di mutare lo sguardo e puntare sulla forza della partecipazione. Donne in rete ha posto cinque punti: Ambiente e sicurezza, Tempi di vita e di lavoro, Pari Opportunità, Controllo della pubblica amministrazione, Cultura. Sullo sfondo la domanda: in che modo le candidate (e i candidati), i cittadini e le cittadine di questa città si sentono preparate e preparati a esprimere una propria rappresentabilità politica? E in che modo si sentono pronte e pronti anche a uscire fuori dai rigidi schemi di programmazioni teoriche per agire la propria opinione? L’interrogativo è rivolto soprattutto a chi si prepara a svolgere il ruolo di decisora e decisore amministrativo del Comune di Foggia. In questo contesto diventa attuale il riferimento alla filosofa Hannah Arendt che in tema di obbligo politico e di partecipazione, ha solcato la loro connessione con la libertà, rivoluzionando la significanza del pensiero libero: “Il rimedio all’imprevedibilità della sorte, alla caotica incertezza del futuro è la facoltà di fare e mantenere promesse.”

Le parole indiscusse, ossia in discussione, si mescoleranno, dunque, agli ingredienti di un pasto solidale.

BOZZA LOCANDINA