Il cimitero dei feti, l’ennesimo attacco al diritto di decidere delle donne. Il caso di Foggia

I cimiteri dei feti, di Maria Teresa Santelli

Il lockdown sembrava aver spento le luci sulla Legge 194/78 legge per lo più disattesa per un peccato di origine: l’obiezione di coscienza. Scelta che viene fatta anche in assenza di ginecologi non obiettori e perfino in strutture sanitarie pubbliche che dovrebbero assicurare l’applicazione di una legge di stato.

L’associazione Donne in rete di Foggia sin dal 2016, quando si è formato un gruppo di lavoro di cui ancora oggi sono la coordinatrice, ha cercato di porre riparo a questo vulnus occupandosi delle problematicità relative all’attuazione dell’IVG negli ospedali di Foggia e provincia.

Molteplici le iniziative che hanno tenuta sempre alta l’attenzione sulla 194/78 e ad ottobre del 2020, dopo i lunghi mesi di buio del lockdown, si accendono le luci sul vergognoso caso de “I cimiteri dei feti”. L’Associazione Difendere la Vita con Maria, la quale stipula convenzioni con Ospedali Asl e Comuni, si occupa, come previsto dal Regolamento di Polizia Mortuaria del 1990, della tumulazione dei feti nei cosiddetti “Giardini degli angeli” senza che la donna che ha abortito venga informata. L’ennesimo attacco alla riservatezza e al diritto di decidere delle donne.

Della convenzione stipulata con gli OORR di Foggia si è occupata Regina Barile, di recente nostra socia ma da tempo attiva nel gruppo di lavoro sulla Legge 194/78.

Il caso di Foggia, di Regina Barile

La vicenda del “cimitero dei feti”, appresa dai social media, ha spinto il gruppo di lavoro sulla legge 194/78 a volerne sapere di più e abbiamo scoperto che anche nel cimitero di Foggia esiste una sezione dedicata alla sepoltura dei feti.

Personalmente mi sono recata in quel luogo e lì dove dalla terra compaiono le piccole lapidi ornate con fiori, giocattolini e pensieri vari, spuntano quelle croci bianche in ferro.

Nessun nome – né femminile, né maschile – compare sulla vernice incrostata dal tempo.

L’attività di tumulazione effettuata dall’associazione “Difendere la vita con Maria” è stata regolata da un’apposita convenzione tra questa e gli Ospedali Riuniti di Foggia.

Per reperire una copia della convenzione ho presentato un’istanza indirizzata agli uffici amministrativi degli ospedali e il testo, formalizzato in data 8.11.2013, presenta molti passaggi a dir poco “interessanti”.

Per comprendere a pieno il suo contenuto bisogna premettere che esiste una norma (art. 7) del D.P.R. n. 285/1990 – il già citato Regolamento di Polizia mortuaria – che di fatto rende possibile il prelievo dei feti dagli ospedali per poter procedere alla tumulazione.

Tale articolo, in sostanza, dispone che “i parenti o chi per essi sono tenuti a presentare, entro 24 ore dall’espulsione od estrazione del feto, domanda di seppellimento alla unità sanitaria locale accompagnata da certificato medico che indichi la presunta età di gestazione ed il peso del feto”.

Quindi, da un lato non viene mai menzionata la madre, in sé considerata come colei che si sottopone o ad una interruzione volontaria della gravidanza o ad un aborto terapeutico, prendendo invece in considerazione la più generica accezione di parenti; in secondo luogo, quel “chi per essi” di fatto legittima l’Associazione a prelevare i feti e a provvedere alla tumulazione con rito cristiano cattolico.

Ritornando alla convenzione tra gli Ospedali e l’Associazione già citata, l’art. 2 precisa che trascorse le 24 ore entro le quali i genitorinon abbiano fatto valere il loro dirittoa procedere alla sepoltura, è l’Associazione stessa (a proprie spese) che procede con il prelievo del feto, il suo trasporto e la sua sepoltura.

Ma perché sia nel Decreto n. 285/1990 che nella Convenzione, la madre come singola, come l’unica che ha il pieno diritto adottare una qualsiasi decisione, non viene mai menzionata?

Inoltre, cosa accade nel caso in cui i genitori dovessero negare l’autorizzazione alla tumulazione del feto? La forma “non abbiano fatto valere il loro diritto”appare alquanto vaga, lascia spazio a troppe interpretazioni e credo che, quando si tratta di scelte così intime e personali – in alcuni casi, magari, anche non facili da adottare – dovrebbe quanto meno specificarsi che l’Associazione “Difendere la vita con Maria” è autorizzata ad intervenire soloed esclusivamentein caso di espressa autorizzazione della donna che si è sottoposta alla procedura abortiva.

Anzi, proprio per questo è necessario che la Convenzione venga modificata prevedendo l’obbligatorietà dell’informativa in relazione all’attività posta in essere dall’Associazione che opera all’interno di un ospedale pubblico.

In conclusione, però, questa pratica non dovrebbe esistere. Non dovrebbe essere lasciato alcuno spazio a nessuna associazione religiosa pro vita all’interno degli ospedali pubblici, concedendo loro di promuovere un’ideologia che ha come unico obiettivo quello di colpevolizzare e umiliare la donna che sceglie di abortire.

Tale pratica non dovrebbe essere consentita: il solo fatto di prelevareil feto dalla struttura pubblica anche, evidentemente, in caso di diniego della donna coinvolta, ha il triste sapore di un tribunale dell’inquisizione contemporaneo che punisce colei che rifiuta la maternità intesa come “destino” della donna.

Essere madre è una scelta responsabile; diventare madre è solo una nostra scelta.

top male enhancement pills male enhancement products natural Male enhancement male enhancement products natural supplements are dietary best penis enlargement pills top male enhancement pills products, male enhancement products natural usually in form of sexual performance supplements capsules top male enhancement pills and tablets, best penis enlargement pills are designed to improve best sex pills for men sexual top male enhancement pills best sex pills for men performance in men. These products generally best sex pills for men aim best penis enlargement pills to best penis enlargement pills improve the blood circulation best penis enlargement pills and boost testosterone best sex pills for men production. The benefits best penis enlargement pills associated with sexual performance supplements use sexual performance supplements of these supplements include improved libido, fuller and longer male enhancement products natural top male enhancement pills lasting best sex pills for men erections, best penis enlargement pills sexual performance supplements higher sexual stamina and better overall sexual abilities. best penis enlargement pills Most best sex pills for men of sexual performance supplements best penis enlargement pills such supplements are sexual performance supplements made from safe and sexual performance supplements sexual performance supplements best penis enlargement pills top male enhancement pills natural best sex pills for men ingredients, but vary in effectiveness. These top male enhancement pills pills can male enhancement products natural top male enhancement pills best sex pills for men also serve as an all natural solution for male enlargement. Erectile dysfunction, male enhancement products natural also called impotence, is the inability best penis enlargement pills sexual performance supplements to sexual performance supplements develop or maintain male enhancement products natural top male enhancement pills top male enhancement pills sexual performance supplements best sex pills for men a penile erection. Such top male enhancement pills a condition top male enhancement pills can sexual performance supplements develop due to age, best sex pills for men best sex pills for men medical & health conditions, side-effects best penis enlargement pills from prescription drugs, emotional and mental health problems or poor lifestyle. The first step best sex pills for men to finding treatment & male enhancement products natural sexual performance supplements cures for erectile male enhancement products natural dysfunction or ED is determining the underlying sexual performance supplements male enhancement products natural male enhancement products natural cause sexual performance supplements top male enhancement pills for the condition. In case sexual performance supplements the best penis enlargement pills problem is a decline top male enhancement pills best sex pills for men in top male enhancement pills testosterone levels with top male enhancement pills age, male enhancement products natural male enhancement male enhancement products natural supplements can best penis enlargement pills male enhancement products natural be male enhancement products natural an effective treatment male enhancement products natural option. Other solutions include prescription medications, penis pumps and surgery. The best penis enlargement pills benefit best sex pills for men of male best sex pills for men enhancement supplements over these other options best penis enlargement pills is that most of them do not cause any significant side effects best sex pills for men since they are usually formulated from natural ingredients.